Idrogeno e PNRR

HYDROGEN VALLEY 
D.M 21 ottobre 2022 n. 463

M2C2I3.1: Produzione di idrogeno in aree industriali dismesse.

Dotazione finanziaria: € 500 Milioni

Di seguito la ripartizione per le Regioni di nostro interesse:
– Abruzzo: 25 Mln
– Campania: 40 Mln
– Lombardia: 33,5 Mln
– Emilia-Romagna: 19,5 Mln
– Umbria: 14 Mln
– Marche: 14 Mln
– Lazio: 17 Mln

Scadenza:

Per tutte le Regioni la scadenza è prevista entro la fine di febbraio 2023, ad oggi sono state confermate le seguenti:
– Campania: 28/02
– Lombardia: 20/02
– Emilia-Romagna: 20/02
– Umbria: 28/02

Soggetti Beneficiari:

Imprese di qualsiasi dimensione in forma singola o congiunta

Interventi ammissibili:
Gli interventi ammissibili devono prevedere entrambe le seguenti componenti:
a) uno o più elettrolizzatori per la produzione di idrogeno rinnovabile e relativi sistemi ausiliari necessari al processo produttivo, comprensivi di eventuali sistemi di compressione e di stoccaggio dell’idrogeno (di potenza nominale complessiva non inferiore a 1 MW e non superiore a 10 MW);
b) uno o più impianti addizionali asserviti agli elettrolizzatori di cui alla lettera a), comprensivi di eventuali sistemi di stoccaggio dell’energia elettrica (in aree poste entro 10km dall’elettrolizzatore).

 

N.B. I progetti devono essere realizzati presso siti localizzati nel territorio regionale di riferimento aventi i seguenti requisiti: essere collocati su area industriale dismessa; essere nella disponibilità del soggetto capofila, o di uno dei soggetti partecipanti, in forza di diritto di proprietà o di altro diritto reale con una durata minima di 10 anni dalla data di presentazione della domanda di agevolazione; posizionati a non più di 50km da un’area caratterizzata dalla presenza di industrie e/o altre utenze che possano esprimere una domanda potenziale di idrogeno.

Tempistiche di realizzazione:

I progetti devono essere avviati successivamente alla data di presentazione della domanda e ultimati entro 36 mesi o comunque entro e non altre il 30 giugno 2026.

Spese ammissibili: 

a) opere murarie e assimilate;
b) macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica;
c) programmi informatici, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi;
d) progettazione degli impianti e delle opere da realizzare, direzione dei lavori, collaudi di legge e oneri di sicurezza connessi con la realizzazione del progetto.

Agevolazioni: 

Le Agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo a fondo perduto, sulla base dell’offerta formulata dal soggetto proponente, ovvero dal soggetto capofila in caso di progetto congiunto, in sede di presentazione della domanda di agevolazione, secondo quanto di seguito indicato:
➢ l’offerta tiene conto del criterio di valutazione EP (vedi Appendice B dell’Avviso).
Nella domanda di agevolazione il soggetto proponente indica pertanto:
1) l’agevolazione richiesta, espressa in €;
2) la stima della quantità annua di idrogeno rinnovabile prodotto a regime grazie ai soli impianti addizionali asserviti, espressa in tH2/anno.
N.B. l’agevolazione richiesta non può essere superiore al 100% dei costi ammissibili
⏳Procedura
La domanda deve essere presentata dal soggetto proponente tramite PEC (indicata dal Soggetto Gestore) e le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura competitiva, valutativa a graduatoria (la graduatoria verrà pubblicata sul sito istituzionale entro e non oltre il 32 marzo 2023).

 

ANTICIPAZIONE: M2C2 I3.2 “Utilizzo dell’idrogeno in settori hard-to-abate”.

Dotazione finanziaria:€2 Miliardi

Beneficiari: le imprese che operano nei settori hard to abate, ossia nei settori nei quali è difficile abbattere le emissioni di carbonio: siderurgia, raffinazione del petrolio, chimica, cemento, ceramica, carta, vetro, produzione alimentare.

Interventi ammissibili: progetti di R&S per l’uso di idrogeno verde e/o rinnovabile nei processi industriali.
⏳In attesa del decreto attuativo del MASE.

Author avatar
Value Services

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per erogare i nostri servizi utilizziamo, sulle nostre pagine, dei cookie tecnici necessari. Altri cookie (es. di profilazione) e meccanismi di tracciamento - che non sono tecnicamente necessari ma che ci consentono di offrirti un'esperienza utente migliore e di proporti offerte personalizzate - vengono utilizzati solo se hai fornito preventivamente il tuo consenso: